loki, il giovane dio dell'inganno

Loki – il giovane Dio dell’inganno

Recensione di Jessica Imhof

Trama
Loki – Il giovane dio dell’inganno (click) di Mackenzi Lee, Mondadori.
Non è ancora giunto il momento di misurarsi con gli Avengers: per ora il giovane Loki è impegnato al massimo delle sue forze per dimostrarsi eroico, mentre tutti intorno a lui lo ritengono inadeguato. Tutti tranne Amora, l’apprendista maga, che sente Loki come uno spirito affine e riesce a vedere la sua parte migliore. È l’unica che apprezzi la magia e la conoscenza


Recensione
Sono una fan dei film Marvel dal primo all’ultimo “Io sono Iron Man”.
Risate, lacrime, emozioni, suspance ed epicness!
Possiamo definire Loki – il giovane Dio dell’inganno come un prequel Asgardiano del mondo Avengers, ma posso affermare di aver ritrovato tutte le sensazioni elencate in precedenza anche in questo libro!
Loki è un personaggio che ho amato e odiato allo stesso tempo, le sue azioni mi hanno fatto sclerare e rabbrividire, ma come si può non amare la sua ironia?

Il Loki di questo romanzo è giovane, desideroso combattere per il suo regno e di compiacere suo padre per conquistare il trono di Asgard, ma ha ancora molto da imparare, sia dal lato emotivo che magico. 
Solo una persona sembra comprenderlo: è Amora, incantatrice e apprendista della maga di corte Karnilla. Così come amica, confidente e insegnante di Loki finché non viene esiliata sulla Terra da Odino per riparare ai guai combinati dalla magia del figlio.
Loki cresce all’ombra del fratello e dopo una missione disastrosa su Alfheim verrà inviato da Odino su Midgard (la Terra) per indagare su alcune morti misteriose.
Ritroveremo Loki nella Londra vittoriana, che sì può essere sporca e piena di malattie per i poveri, ma anche affasciante e misteriosa. Insomma, io non direi certo di no nel vedere Tom Hiddlestone aka Loki in abiti vittoriani e voi?

Su Midgard Loki verrà in contatto con una società segreta molto interessante e le indagini lo porteranno a intriganti rivelazioni. Nota di merito per il personaggio di Theo Bell che ho adorato e il cui viaggio durante la storia mi ha commosso.

Amore e invidia sembrano essere i problemi di Loki e la fonte dei suoi guai.
Il finale è sorprendente, Loki incanterà tutti coloro che lo amano per la sua imprevedibilità e arguzia. Mentre le parole di Odino mi ha lasciato un po’ con l’amaro in bocca.
In ogni caso, grazie a questo romanzo sono riuscita non solo a conoscere di più Loki, ma anche a comprenderlo meglio. Mackenzi Lee è riuscita a coinvolgermi con un romanzo scorrevole che si legge tutto d’un fiato, adatto a tutti coloro che hanno amato 3000 i film Marvel e non vedono l’ora di scoprire di più sul passato del Dio dell’inganno.

Degustazione a margine
Graze ancora a Jessica, e mi scuso di nuovo per il ritardissimo nel pubblicarle l’articolo. Se avete gradito, potete indagare qui altre sue letture!
Il 2020 chiede ancora favori, ma presto arriverà il momento di riscuotere!
Voi intanto leggete altre recensioni di questa ragazza, che è anche un autrice bravissima. A tal proposito, ricordate di visitare il suo profilo IG jessicaimhofwriter!

Loki – il giovane dio dell’inganno
recensione di Jessica Imhof

Editor freelance, lettrice compulsiva, mangiona impenitente. Tra un refuso e una briciola recensisco libri e lavoro con gli autori accanto alle loro storie.

Rispondi

Site Footer